PRIMO AMORE, M.I.D.I, PORACCI e MAH

Oooooh, oggi sprizzo buon umore da tutti i pori, quindi mi va di parlare d'Amore. Se l'emozione non ha voce, qualche parola io la trovo sempre..o quasi. Nel bagaglio di tutti c'è un Primo Amore e io non faccio eccezione. Dovendo descriverlo con una parola, lo definirei TOTALE, come solo i sentimenti che si provano... Continue Reading →

SAGRINTE NEN PAPI

SAGRINTE NEN PAPI  [Non preoccuparti papà]   Sagrinte nen papi, io lo so che tu ci sei Sagrinte nen papi, passerà Sagrinte nen papi, è solo un momento dei miei Sagrinte nen papi, la tua bimba è sempre qua Sagrinte nen papi, hai fatto un buon lavoro Sagrinte nen papi, il tuo esempio è come... Continue Reading →

IL MIO PAESELLO

Il mio paesello sta a 280 mt sul livello del mare, ma per vederlo, il mare, ti tocca fare 150 km, almeno. Dalla mia finestra si vede l’arco alpino, e il Monviso mi saluta tutti i giorni, ma anche lui sta a 150 km. In 20 minuti posso essere ad Asti, ma gli astigiani si... Continue Reading →

L’amore HA il colera

Gabriel Garcia Marquez fa dire a Florentino che "l'amore ha i sintomi del colera", intendendo che è come una malattia contagiosa, che ti entra dentro e ti consuma, che ti porta a fare cose che, da sano, non penseresti neanche. L'amore ti travolge. L'amore sconvolge la vita, le visioni, le decisioni, la mente, il corpo,... Continue Reading →

NON AVERE PAURA

Sto insegnando a mia figlia a non avere paura. Da quando aveva 4 anni e i nostri discorsi hanno iniziato a variare dagli argomenti “PAPPA – NANNA – BUA - MIO”, le insegno a non avere paura. Le frasi che ho ripetuto più spesso? -          Lucrezia se sei nel giusto, non avere paura -          Lucrezia... Continue Reading →

HO DECISO CHE LA FENICE E’ FEMMINA

Questa mattina mi sono svegliata con in testa un argomento suggeritomi da una delle mie incursioni (notturne) random su Google. (prendetevi due minuti per leggerlo, vi piacerà; se non vi piacerà vi sarò debitrice di due minuti) Più dei tramonti, più del volo di un uccello, la cosa meravigliosa in assoluto è una donna in... Continue Reading →

IL GRANDE PANETTONE

JFK Airport 3 donne 3 adolescenti Siamo qui, davvero. Mi commuovo a pensare a quanto ne sentivo il bisogno, a quanto me lo sono guadagnato! Per chi non ci fosse ancora stato lascio qui traccia che NY è: GRANDE, CAOTICA, VELOCE, COLORATA, SQUISITAMENTE MULTIETNICA, SFACCIATAMENTE INCOERENTE, AFFASCINANTE, ECONOMICAMENTE IMPEGNATIVA, ARCHITTETTONICAMENTE CONFUSIONARIA. NY è DIVERSA, e... Continue Reading →

MAMMA, NON SARAI SUPERSTIZIOSA?

Mi piace viaggiare e ADORO viaggiare con mia figlia, quindi.. Nel 2012 ho pensato..Lucrezia sta crescendo, sta finendo la prima elementare, è proprio una brava bambina, MA…non ha ancora visto Roma!!!! Detto, fatto. CAPUT MUNDI ci aspetta. Abbiamo solo un week end, ma come prima volta dovrà bastare, il tempo di trovare un ottimo B&B... Continue Reading →

NON SONO AFFATTO STANCA!

  E se viaggio è sinonimo di “partiamo e facciamo questa cosa insieme” allora vi racconto di quando Lucrezia mi ha detto: ”Mamma vorrei tanto andare a Gardaland con te”. Detto, fatto. Prendo un giorno di ferie, compro su internet i biglietti che così risparmiamo un po’? No, la mia nanetta entra ancora gratis. Si... Continue Reading →

DECLUTTERING

Giornate più lunghe, Lulù che mi chiede di giocare un po' in cortile prima di cena con la nostra barboncina Baghera , la mia allergia che inizia a farsi sentire, i maglioncini leggeri, insomma... la primavera! E con lei, le "pulizie di primavera". OMMMMIODDDIO Confrontandomi con le amiche ho constatato che proprio tutte, quelle cresciute... Continue Reading →

DESTINATION NEW YORK

IO E LULU' andremo a NEW YORK!! SI, SONO FELICE! Vero è che io sono capace di attendere con entusiasmo anche la partenza per un week-end a Cinisello Balsamo, perchè vedere luoghi nuovi e conoscere usi e costumi E CIBI diversi dai miei, mi elettrizza, ma...NEW YORK è proprio un sogno che esce da QUEL... Continue Reading →

IL LOUVRE E LO ZUCCHERO FILATO

Mi piace viaggiare e ADORO viaggiare con mia figlia. Allora mentre mi bevo un tè, vi racconto di quella volta che mi scrive la mia amicasorella Barbara e mi dice: “ma se portassimo i fufi (sono “fufi” ancora oggi che il suo più grande devo prendere una scala per guardarlo negli occhi) a Parigi per... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑